Michelangelo Todaro

Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale

Chi sono

Una piccola introduzione su di me

psicologo psicoterapeuta Catania: Michelangelo Todaro

Dott Michelangelo Todaro

Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale

Mi sono laureato in Psicologia presso l'Università degli studi di Palermo nel 2003 e dopo alcuni anni di “esperienza sul campo” come operatore sociale a supporto di tossicodipendenti e alcolisti, minori a rischio, genitori in difficoltà, ho completato la mia formazione professionale, con la Specializzazione in Psicoterapia Sistemico Relazionale presso l’Accademia di Psicoterapia della Famiglia di Roma nella sede di Palermo, conclusasi nel 2012. Sono iscritto all'albo degli psicologi della regione Sicilia con il numero 3848.

Per molti anni ho lavorato a contatto con il disagio adolescenziale e le loro famiglie che spesso sfocia in fenomeni di devianza. Ho lavorato, dunque, col Servizio Sociale di Caltanissetta per il recupero di minori a rischio. Ho anche a lungo collaborato con il Centro di Salute mentale dell'U.S.L. 6 di Palermo e con La Clinica Psichiatrica dell’ Università degli Studi di Palermo. Svolgo la mia attività clinica di psicologo e psicoterapeuta privatamente. Amo molto anche la formazione per questo, dopo un lungo prcorso, oggi faccio anche parte dello staff didattico dell’Accademia di Psicoterapia della Famiglia per dare il mio contributo nel formare nuovi psicoterapeuti che siano in grado di poter aiutare coloro che soffrono ed hanno bisogno di un supporto di qualità. Aggiorno costantemente la mia formazione partecipando ai convegni nazionali relativi alle nuove tecniche di intervento e prassi operative per poter aiutare le persone in modo efficace e nel minor tempo possibile

Relativamente alla mia attività di psicoterapeuta, qui sotto sono descritte le mie principali aree di intervento: Psicoterapia individuale, di coppia e familiare.

Principali Aree di intervento
  • 0
    LAUREA IN PSICOLOGIA
    UNIVERSITA' DI PALERMO



  • 0
    EDUCATORE PROFESSIONALE IN COMUNITA' PER MINORI A RISCHIO

    CASA DEL SORRISO DI MONREALE E COMPLESSO MALASPINA DI PALERMO

  • 0
    ESPERTO IN CRIMINALISTICA E SCIENZE CRIMINOLOGICHE

    ISTITUTO FERNANDO SANTI PALERMO



  • 0
    PSICOLOGO IN CENTRO DI ACCOGLIENZA PER TOSSICODIPENDENTI
    DROP-IN PALERMO




  • 0
    DOCENTE E COORDINATORE DIDATTICO PER LA FORMAZIONE
    COOPERATIVA FENICE PALERMO
  • 0
    PSICOLOGO CASA CIRCONDARIALE
    UCCIARDONE PALERMO



  • 0
    PSICOLOGO
    PRESSO CENTRO DI SALUTE MENTALE E CLINICA PSICHIATRICA DI VIA LA LOGGIA PALERMO



  • 0
    SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA
    SCUOLA DI PSICOTERAPIA SISTEMICO RELAZIONALE - ACCADEMIA DI PSICOTERAPIA DELLA FAMIGLIA
    TITOLO: PSICOTERAPEUTA

    psicologo psicoterapeuta Catania: SPC

  • 0
    CONSULENTE PSICOLOGO
    USSM CALTANISSETTA - SEDE DI GELA




  • 0
    ATTIVITA' CLINICA IN PSICOTERAPIA
    PSICOLOGO E PSICOTERAPEUTA
    STUDIO PRIVATO CATANIA
    CONSULENZA PSICOLOGICA ONLINE



  • 0
    DOCENTE E TUTOR SCUOLA DI PSICOTERAPIA
    ACCADEMIA DI PSICOTERAPIA DELLA FAMIGLIA DI ROMA
    SEDE DI PALERMO


Mostra Titoli
    Dott. Michelangelo Todaro, Psicoterapeuta Psicologo Catania
    Via Vittorio Emanuele II, 282 Catania, Italia 95124
    Phone: 3478026631

    psicologo psicoterapeuta Catania: Michelangelo Todaro

La Psicoterapia Sistemico-Relazionale

informazioni

La Psicoterapia Sistemico-Relazionale

La Psicoterapia Sistemico-Relazionale

COME NASCE

La terapia familiare nasce nella cultura statunitense degli anni Cinquanta e si sviluppa in due diverse direzioni, una sistemica propria della Scuola di Palo Alto (Bateson, Watzlawick e Jackson) e una più psicodinamica, che oggi chiameremo relazionale, orientata allo studio trigenerazionale della famiglia, con il contributo di pionieri quali Ackerman, Boszormenyi-Nagy, Framo, Bowen, Whitaker. In una posizione intermedia si situa l’approccio strutturale di Salvador Minuchin, che avrà un notevole sviluppo negli anni successivi.

In Europa e in Italia la psicoterapia ad indirizzo sistemico-relazionale si è molto diffusa durante gli anni '80, grazie al lavoro di Mara Selvini Palazzoli, Boscolo, Cecchin e Maurizio Andolfi. Venne utilizzato in modo particolare nei servizi di salute pubblica, nel campo della patologia psichiatrica degli adulti, nel trattamento dei disturbi alimentari, nel campo delle tossicodipendenze e negli ultimi anni anche nelle problematiche che riguardano la separazione-divorzi e nelle problematiche scolastiche che coinvolgono molto spesso bambini ed adolescenti.

La terapia sistemico-relazionale si concentra, dunque, su quanto avviene nell’ambito delle relazioni umane. L’oggetto di studio privilegiato, non sono solo le caratteristiche delle singole persone, ma anche quanto avviene tra le persone: l’attenzione viene perciò portata, oltre che sull’individuo, alle sue interazioni, alle dinamiche tra individui e sul processo della comunicazione.

Che cos'è

La Psicoterapia sistemico-relazionale

Che cos'è

Gl studi condotti dall'antropologo Gregory Bateson e l'elaborazione del modello teorico dell' "epistemologia cibernetica" hanno reso evidente il nesso tra teoria dei sistemi e terapia familiare. L’orientamento sistemico – relazionale spiega, infatti, il comportamento dell’individuo focalizzando l’attenzione sull’ambiente in cui esso è vissuto, sul sistema, sulla rete di relazioni significative di cui egli è parte e in tal senso considera la famiglia come sistema transazionale soggetto a cambiamenti. L’approccio sistemico ha modificato il modo di considerare le categorie cliniche quali il sintomo, la diagnosi e il trattamento operando una ridefinizione in termini relazionali. Pertanto, in quest’ottica, gli eventi problematici di un singolo individuo influenzano e sono influenzati in modo circolare dall’intera famiglia come unità funzionale, con effetti che si estendono a tutti i membri e alle loro relazioni. Il sintomo non viene più considerato come l’espressione di problematiche individuali ma indica una disfunzione dell’intero sistema familiare; la diagnosi fa riferimento alla clinica ed al funzionamento sia del singolo che del suo gruppo di appartenenza all' interno dello specifico contesto.

L'intervento terapeutico si basa sull’osservazione delle modalità di relazione tra il paziente e la sua famiglia e/o i sui sitemi di appartenenza più significativi e mira a modificare, attraverso un processo di co – costruzione tra terapeuta ed individuo/famiglia, i modelli disfunzionali presenti nel contesto entro il quale il disagio del paziente è emerso, stimolando le risorse familiari e rafforzando sia il funzionamento individuale sia quello familiare.

Perché si dice 'Sistemica'?

La sofferenza, i disagi, i sintomi che vengono presentati da una persona vengono osservati e valutati come espressione e funzionamento dei sistemi di appartenenza e non come semplici problematiche che appartengono esclusivamente all’individuo. L’ottica familiare rappresenta il sistema di intervento privilegiato, ma le dinamiche disfunzionali possono collocarsi anche nel sistema coppia, nell’ambiente lavorativo, nel gruppo amicale.

Perché si definisce 'Relazionale'?

Sono proprio le nostre relazioni ad essere considerate responsabili dell’individualità di ciascuno di noi. Le relazioni significative che le persone hanno vissuto nel corso della propria rappresentano il punto di osservazione. Eventuali problematiche non vengono lette e trattata come caratteristiche insite nell’individuo: ciò che è da “curare” non è la persona, ma le sue modalità relazionali disfunzionali. Il fine della terapia è quello di trovare modalità relazionali diverse, adeguate e funzionali con i propri sistemi di appartenenza.

Come si svolge la terapia

La Psicoterapia sistemico relazionale

Come si svolge la terapia

La terapia individuale-sistemica

Nella Terapia individuale ad indirizzo sistemico gli incontri prevedono una convocazione individuale. Tuttavia l'individuo, pur essendo solo nella stanza di terapia, porta comunque con sé tutte le relazioni significative che animano la propria vita nel presente, nel passato e nell'ipotetico futuro. L'attenzione del terapeuta sarà pertanto in ogni modo rivolta alla dimensione relazionale ed interattiva del cliente, non tralasciando comunque pensieri, emozioni, storie e vissuti legati alla dimensione individuale. In alcuni casi tale tipo d’approccio si può anche configurare come naturale prosecuzione di un percorso familiare o di coppia, volta ad affrontare "nodi privati" che il paziente preferisce affrontare individualmente.

Quando è considerata utile la Psicoterapia Sistemico-Relazionale?

L’approccio sistemico-relazionale può rivelarsi utile per le persone che ritengono di avere delle difficoltà in specifici rapporti (di coppia, genitoriale, lavorativo, etc). In particolare può rivelarsi utile al presentarsi di problematiche evolutive da parte dei bambini e/o degli adolescenti.

Negli ultimi anni, numerosi studi utilizzato l’approccio relazionale nel trattamento di disturbi “apparentemente” individuali come attacchi di panico, depressioni, disturdi dell’alimentazione evidenziando come tali “sintomatologie”, seppur vengano vissute dal singolo individuo che ne è affetto, condizionino interamente i sistemi di appartenenza intaccando fortemente le relazioni con mogli, mariti, genitori, figli, amici ecc. L’approccio sistemico relazionale, pertanto, risulta molto indicato per trovare un significato possibile a difficoltà personali e/o familiari, eliminando i sintomi e favorendo un reale e definitivo miglioramento delle condizioni di vita di tutti i membri appartenenti ai sistemi si gnificativi di riferimento.

Il lavoro psicoterapeutico non è dunque prettamente rivolto al trattamento del sintomo presentato ma alle situazioni relazionali che lo hanno generato e che intervengono nel mantenerlo stabile. “Se facciamo come abbiamo sempre fatto abbiamo una sola certezza: otterremo sempre lo stesso risultato!”

Il ricorso a strumenti quali genogramma, disegni metaforici, sculture familiari e prescrizioni aggiungono l’idea del “fare” in modo nuovo. Tutto ciò permette di sperimentare attivamente nuove modalità relazionali e di attribuire nuovi significati simbolici agli aspetti della propria esistenza, in direzione del cambiamento e quindi di un maggiore e reale benessere! La meta della psicoterapia sistemico-relazionale familiare è di aiutare le famiglie, le coppie o il singolo, a raggiungere un livello di vita più adattivo e soddisfacente. La pura remissione dei sintomi non basta, e viene considerata un effetto collaterale della terapia riuscita, non il suo obiettivo principale. Di fatto, potrebbe anche essere che, il vivere senza sintomi, sia semplicemente un’illusione distruttiva, mentre una meta più realistica e piacevole potrebbe essere lo sviluppo della libertà di avere una vita familiare in cui tutti i membri trarrebbero vantaggio dall’esperienza di poter assumere tutte le posizioni al suo interno.

Home Page

Di cosa mi occupo

clicca sulle immagini per saperne di più

  • Tutti

  • Disturbi d'ansia
  • Disturbi dell'umore
  • Disturbi della sfera emotivo relazionale e sessuale
  • Problemi di coppia e/o familiari

Offerta

Servizi

Dott. Michelangelo Todaro, Psicoterapeuta Psicologo Catania
Vittorio Emanuele II, 282 Catania, Italia 95124
Phone: 3478026631

psicologo psicoterapeuta Catania: Michelangelo Todaro




psicologo Catania: Michelangelo Todaro

Entra in

Contatto

Informazioni Contatti

  • 3478026631
  • michelangelo.todaro@alice.it
  • Via Vittorio Emanuele II, 282 Catania